Isola d’Elba: la guida definitiva alle 10 spiagge più belle

isola d'Elba: le spiagge più belle

Incontaminate, piccole o grandi, di sabbia o di sassi, sempre molto frequentate oppure delle preziose calette che stanno aspettando solo voi. Tante spiagge diverse. Hanno solo una cosa in comune: sono le 10 spiagge più belle dell’isola d’Elba.

Spiaggia delle Ghiaie (Portoferraio)

spiaggia delle Ghiaie

È la spiaggia più apprezzata e frequentata da tutti gli abitanti di Portoferraio. Lunga circa 170 metri, Delle Ghiaie è di sabbia bianca e il suo mare regala stupende trasparenze nei toni del blu e del turchese. Lo Scoglietto di Portoferraio sorge dal mare a poca distanza dalla spiaggia. Secondo la leggenda, è qui che approdarono gli Argonauti.

  • Stabilimenti balneari/noleggio ombrelloni:
  • Parcheggio:
  • Come arrivare. La spiaggia si trova vicinissima al centro storico di Portoferraio. Ci si arriva facilmente prendendo viale Manzoni, via Cairoli e viale delle Fiamme Gialle.

Spiaggia della Padulella (Portoferraio)

spiaggia Padulella

Basta superare una piccola scogliera e dalla spiaggia Delle Ghiaie si arriva alla spiaggia della Padulella. Protetta dai venti meridionali, questa caratteristica esalta la trasparenza delle acque e le sfumature dei fondali, che variano dal turchese all’acquamarina. Il bianco della scogliera, il verde della macchia mediterranea e l’azzurro del mare sono vividi come i colori della tavolozza di un pittore.

  • Stabilimenti balneari/noleggio ombrelloni:
  • Parcheggio: sì (vicino alla spiaggia di Capo Bianco)
  • Come arrivare. Ci sono due sentieri che portano fino alla spiaggia: il primo parte dell’inizio di viale Einaudi, a Portoferraio; il secondo parte dal parcheggio sopra Capo Bianco e arriva fino al mare.

Spiaggia di Capo Bianco (Portoferraio)

spiaggia di Capo Bianco

Come le precedenti due spiagge, anche la spiaggia di Capo Bianco è di fine ghiaia bianca. Un autenticio gioello incastonato tra fondali rocciosi e il promontorio retrostante, anch’esso bianco. Lunga quasi trecento metri, la parte più interessante della spiaggia è quella nei pressi del promontorio. Le vicine secche di Capobianco sono una splendida idea per tutti gli appassionati di snorkeling.

  • Stabilimenti balneari/noleggio ombrelloni:
  • Parcheggio:
  • Come arrivare. Da viale Einaudi, c’à una stradina che porta fino al parcheggio. Da qui, alcuni scalini arrivano fino alla spiaggia.

Spiaggia di Sansone (Portoferraio)

spiaggia di Sansone

Quasi duecento metri di ghiaia affacciati su fondali che presentano tutti i toni dell’azzurro. Il nome, probabilmente, deriva da “sassone”, con riferimento al grosso scoglio che la separa dalla vicina spiaggia della Sorgente. Da vedere quando spirano i venti meridionali, che esaltano la trasparenza del mare, la Sansone è consigliata per chi cerca una spiaggia appartata e tranquilla.

  • Stabilimenti balneari/noleggio ombrelloni: no
  • Parcheggio: un piccolo spazio sulla vicina strada provinciale
  • Come arrivare. Lungo la strada provinciale per l’Enfola, a circa 2.3 chilometri dall’incrocio con viale Einaudi, c’è una piccola stradina sulla destra che porta fino alla spiaggia di Sansone. Questa stradina può essere percorsa solo a piedi. Meglio parcheggiare l’auto nello spiazzo della provinciale.

Spiaggia dell’Enfola (Portoferraio)

spiaggia dell'Enfola

In questo caso, bisogna parlare di spiagge: la prima, di sabbia nera e grigia, è rivolta a sud-ovest; la seconda, di ghiaia ocra e sabbia, è rivolta a nord-est; entrambe si trovano ai lati dell’istmo, lungo settanta metri, che collega il promontorio dell’Enfola con l’isola d’Elba. Sulla spiaggia rivolta a nord-est c’è ancora un piccolo banchinamento dell’antica tonnara. La spiaggia rivolta a sud-ovest, grazie ai bassi fondali, è indicata per lo snorkeling. Sul promontorio ci sono bunker, depositi e piazzole risalenti alla seconda guerra mondiale.

  • Stabilimenti balneari/noleggio ombrelloni:
  • Parcheggio: sì (ma molto piccolo)
  • Come arrivare. La strada si trova alla fine della strada provinciale per l’Enfola e può essere raggiunta in auto.

Spiaggia di Sant’Andrea (Marciana)

spiaggia di Sant’Andrea

Relativamente piccola (è lunga 130 metri), la spiaggia di Sant’Andrea è di sabbia bianca ed è protetta da scogliere di granito che arrivano fino al mare turchese. Tra aprile e maggio, durante la fioritura del fico degli Ottentotti, il promontorio di Sant’Andrea si colora di verde e di fucsia. Due sentieri portano, rispettivamente, alla spiaggia di Cotoncello e alle “coti piane”, scogli lisci da cui godersi il tramonto con vista sulla Corsica.

  • Stabilimenti balneari/noleggio ombrelloni:
  • Parcheggio:
  • Come arrivare. Alla spiaggia di Sant’Andrea si può arrivare comodamente in auto da Marciana o da Marina di Campo: basta percorrere l’Anello occidentale e seguire le indicazioni per la frazione costiera.

Spiaggia di Fetovaia (Marina di Campo)

spiaggia di Fetovaia

È una delle più famose e visitate dell’isola. A renderla unica, nonostante sia di ridotte dimensioni, è il contrasto di colori: la sabbia bianca, il verde della macchia mediterranea, il mare verde smeraldo. Il promontorio che la protegge crea dei piccoli angoli da esplorare in pedalò o con maschera e boccaglio.

  • Stabilimenti balneari/noleggio ombrelloni:
  • Parcheggio:
  • Come arrivare. Dalla strada provinciale nei pressi della frazione di Fetovaia, una strada asfaltata porta fino al mare.

Spiaggia di Cavoli (Marina di Campo)

spiaggia di Cavoli

Una piccola scogliera divide in due l’arenile di sabbia bianchissima. Per la sua morfologia, è la spiaggia dell’Elba dove si fanno i primi (da inizio marzo) e gli ultimi (fino inizio novembre) bagni della stagione. Ed è anche tra le spiagge preferite dai giovani, ritrovo diurno per tutti coloro che vivono di notte e vanno all’isola d’Elba per divertirsi.

  • Stabilimenti balneari/noleggio ombrelloni:
  • Parcheggio: sì (a pagamento)
  • Come arrivare. Ci sono due modi per raggiungere la spiaggia: dalla provinciale, prendendo una piccola strada asfaltata che porta fino al centro abitato e alla spiaggia; dal parcheggio lungo la provinciale, imboccando il percorso pedonale.

Spiaggia di Laconella (Capoliveri)

Spiaggia di Laconella

Una piccola scogliera (arricchita dalla deliziosa spiaggia di punta della Contessa) divide il golfo di Lacona in due parti. La spiaggia più grande è Lacona. Invece la spiaggia di Laconella è quella orientale: un arenile di sabbia bianca consigliato soprattutto per gli appassionati di snorkeling.

  • Stabilimenti balneari/noleggio ombrelloni: no
  • Parcheggio: sì (a pagamento)
  • Come arrivare. Partendo dalla strada provinciale, bisogno raggiungere il camping Laconella. Una volta superato l’ingresso del campeggio, un piccolo sentiero attraverso piante di rosmarino porta fino al mare.

Spiaggia di Felciaio (Capoliveri)

spiaggia di Felciaio

In realtà, più che di spiaggia, al singolare, è giusto parlare di spiagge di Felciaio perché in pratica sono due anse di sabbia e ghiaia più almeno altre tre piccole insenature di ghiaia, grandi ciottoli e scogli che si trovano prima e dopo le due spiagge principali. Tuttavia, la più conosciuta è quella centrale: piccola, intima e protetta, è quasi una piscina a cui si arriva superata la maggiore che solitamente è ricoperta di un cumulo di posidonia.

  • Stabilimenti balneari/noleggio ombrelloni: no
  • Parcheggio:
  • Come arrivare. Dal versante ovest della spiaggia di Lido, una piccola stradina porta fino a un parcheggio sterrato. Dal parcheggio, un viottolo, immerso nella macchia mediterranea, porta fino alla spiaggia.

La mappa delle spiagge più belle dell’Elba

spiagge-elba-mappa