Traghetti per Portoferraio: informazioni sul porto dell’Isola d’Elba

Il porto di Portoferraio è il principale porto di arrivo dei traghetti per l’isola d’Elba. Si trova lungo la costa settentrionale dell’isola, all’interno dell’ampia ed omonima baia. Si compone di due parti distinte: il porto vero e proprio e la rada. In questo porto attraccano le navi in partenza dal porto di Piombino.

Il porto

La Darsena Medicea, costruita nel ‘500 come porto fortificato per la flotta granducale, oggi adibita ad approdo per unità da diporto, conduce all’incontro con la Calata Depositi e la banchina d’Alto Fondale.

L’Alto Fondale, tramite una banchina di raccordo, si unisce alla Calata Italia che si estende sino all’estremo sud della zona portuale. Da qui, si diramano tre pontili: Pontile G. Massimo, Pontile n. 3 e Pontile n. 1, che fungono da terminal per i traghetti che collegano l’Elba con il porto di Piombino.

L’approdo della Darsena Medicea è stato munito di tutti i comfort di un porto moderno: personale, acqua, energia elettrica, ormeggio semplificato e assistito, e altri servizi per accogliere i viaggiatori nel miglior modo possibile.

Attorno alla Darsena si anima Portoferraio e il suo Centro Storico, fatto di splendidi scorci e un’atmosfera allegra ma tranquilla. Non perdetevi una visita alla residenza napoleonica dei Mulini, al Museo Archeologico e alla Pinacoteca Foresiana.

La rada

Il bacino della rada, largo 2000 metri e ben protetto dal maltempo, è delimitato a nord dalla congiungente P.ta Falcone – P.ta Falconaia. Nella parte occidentale della rada, in prossimità della zona portuale, esiste un’area, denominata “canale d’accesso”, riservata al passaggio delle unità in entrata e in uscita. In quest’area sono vietati l’ancoraggio e la sosta e le navi che vi transitano, contrariamente alla consuetudine generale, devono tenere la sinistra anziché la dritta.

L’Isola d’Elba

La città portuale di Portoferraio si trova sull’isola d’Elba, che è la maggiore dell’Arcipelago Toscano e la terza più grande d’Italia, dopo Sardegna e Sicilia. L’isola è famosa in tutto il mondo per aver ospitato Napoleone Bonaparte durante il suo esilio, nel 1814. Durante il periodo preistorico fu abitata dalla tribù Ilvati ligure che ha chiamato l’isola Ilva. È stata poi terra di Etruschi e Romani, ragione per cui sull’isola potete trovare numerosi resti archeologici, musei, fortezze imponenti e splendide residenze napoleoniche.

Arrivare al porto di Portoferraio in auto

Il porto di Portoferraio è collegato con tutta l’isola da due strade provinciali: la S.p. 24 verso Ovest e la S.p 26 verso Est. Queste si incontrano nei pressi del paese, diventando S.p 24 in una grande rotatoria, raggiunta la quale, bisogna proseguire verso Nord. Arrivati al porto, la S.p. 24 diventa la strada Calata Italia che percorre il porto attraversando le varie banchine, fino agli imbarchi per il porto di Piombino.

Arrivare al porto di Portoferraio in autobus

Potete trovare la banchina degli imbarchi proprio davanti al capolinea di molte linee di autobus. Quelle che arrivano al porto sono la: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 116, 117 e 118. Ciascuna di esse può servire una o due destinazioni, a seconda dell’orario di partenza. Tuttavia, è sempre consigliabile verificare, leggendo la direzione dell’autobus su cui state per salire.

Biglietteria

Proprio nei pressi del porto potete trovare una biglietteria di Traghetti Elbareservation, e precisamente in Piazza Marinai d’Italia, 12, 57037 – Portoferraio (LI), oppure potete contattarla al numero 0565 960130. L’imbarco dei traghetti per Piombino è a pochi metri, basta percorrere la strada Calata Italia verso sud. L’alternativa è quella di acquistare online  il biglietto dei traghetti per l’Elba. Grazie al nostro sistema di prenotazione, infatti, potete approfittare di offerte stagionali e comparare orari e prezzi dei traghetti.

Imbarco sul traghetto

Gli imbarchi per i traghetti della tratta Piombino – Portoferraio – Piombino, e le piazzole di sosta per le auto, si trovano dopo l’incrocio della strada Viale Elba con la strada Calata Italia. I piazzali di sosta per le auto in partenza per Piombino non sono di grandi dimensioni, pertanto, nei giorni di grande afflusso al porto (tipicamente nei sabati di alta stagione), si possono creare delle code sull’arteria principale che collega Portoferraio con il resto dell’Elba. Si consiglia di avviarsi agli imbarchi con largo anticipo.

Lo sbarco delle auto

L’area di sbarco del porto è di ridotte dimensioni, ragione per cui non si ha tempo di fermarsi vicino alla nave, verrete invece diretti immediatamente verso destra, per raggiungere la strada vicina. Prima di sbarcare, vi suggeriamo di concordare un punto di incontro con chi viaggia con voi lungo la strada, a sinistra o a destra, prendendo come riferimento il bar antistante il piazzale di sbarco. Il porto è adiacente al paese quindi, una volta sbarcati, avrete a disposizione tutti i servizi e gli esercizi commerciali del paese.

Altri porti

Portoferraio è il porto principale per le mete dei traghetti per l’isola d’Elba. Gli altri due porti sono Cavo e Rio Marina.