Traghetti Corsica Ferries per l’isola d’Elba

La Corsica Ferries nasce nel 1968 quando, a causa dei continui scioperi che bloccavano i trasporti dalla Francia alla Corsica operati allora in regime monopolistico da parte della compagnia statale francese, l’isola rischiava l’isolamento.

Fu allora che a Pascal Lota venne la geniale idea di creare una linea tra la Corsica e l’Italia con una nave traghetto costruita nel 1937 ma radicalmente ristrutturata. Da allora il successo della compagnia è stato accompagnato da un continuo incremento e ammodernamento della flotta, sempre al passo con le crescenti esigenze del mercato e dal continuo lancio di nuove linee che hanno fatto nascere con gli anni gli altri marchi del gruppo delle navi gialle: Sardinia Ferries dal 1981 e Elba Ferries dal 1992 al 1997.

Innovazione nei mezzi alla ricerca della velocità per una maggiore frequenza di corse è la storia dell’ultimo ventennio della Corsica Ferries. Infatti, nel 1994 la compagnia ordinò tre innovativi traghetti veloci del tipo Acquastrada capaci di portare 150 auto e 550 passeggeri a 37 nodi.

A partire dal nuovo millennio, è stata inaugurata l’era dei fast cruise ferries, una nuova tipologia di grandi traghetti con lunghezza superiore ai 150 metri e capacità di carico intorno ai 2000 passeggeri e 600 auto ma capaci al contempo di velocità prossime ai 30 nodi. Attualmente, rappresentano lo standard delle navi impiegate su Sardegna e Corsica: le Mega Express (sono attualmente 5) mentre altri 5 traghetti della flotta hanno analoghe capacità di carico ma velocità tra i 19 e i 22 nodi.

Il rapporto tra Corsica Ferries e l’isola d’Elba ha una storia che nasce nel 1992, quando venne fondata appositamente la compagnia Elba Ferries che andava ad aggiungersi alle già esistenti Corsica Ferries e Sardinia Ferries, le navi gialle e blu con l’effige della testa di Moro simbolo della Corsica. La prima nave operativa sulla linea Piombino-Portoferraio fu la “Elba Nova” che trasportava 600 persone e 100 auto otto volte al giorno tra i due porti. Nel 1995 venne acquistato un piccolo mezzo veloce costruito nel ’92 in Norvegia, ribattezzato “Elba Express”, dotato di 4 motori e di turbine idrogetto.

Nel 1997, però, il grosso impegno organizzativo e finanziario che il gruppo aveva intrapreso per il forte riammodernamento di tutta la flotta e il ritardo nella consegna delle nuove navi veloci appositamente ordinate portarono la compagnia a dover riorganizzare l’operativo e sacrificare momentaneamente la linea per l’isola d’Elba concentrandosi su Corsica e Sardegna. Fu una scelta sofferta e dolorosa ma ancora più sofferta fu recuperare l’assegnazione della linea negli anni seguenti in quando nel frattempo gli spazi nel porto di Piombino furono occupati dalle compagnie concorrenti.

Finalmente, da giugno 2012 Corsica Ferries farà nuovamente rotta tra Piombino e Portoferraio e anche questa volta con un mezzo veloce ma con una portata decisamente maggiore rispetto al passato. Si tratta, infatti, della “HSC Corsica Express Seconda”: un bel mezzo veloce monocarena costruito nel ’96 dai cantieri navali I.N.M.A. di La Spezia.

La scheda delle navi traghetto Corsica Ferries in linea per l’isola d’Elba:

  • Corsica Express Seconda