Teatro dei Vigilanti Portoferraio: un’antica chiesa ora palcoscenico

Teatro vigilanti PortoferraioL’isola d’Elba è sicuramente e giustamente nota per la sua natura, come dimostrano le tante spiagge che si aprono lungo la sua costa. Non mancano però le attrazioni storico-culturali da vedere. E una di tali attrazioni è il teatro dei Vigilanti a Portoferraio, il principale centro abitato dell’isola.

Originariamente si trattava di una chiesa, la chiesa del Carmine, eretta nel 1618. Di quest’antico edificio religioso restano ancora oggi diverse tracce, come l’abside, le colonne laterali, e in generale la maestosità dell’intera costruzione. In seguito la chiesa fu sconsacrata, per la precisione nel 1800, e fu usata come magazzino.

Fino a quanto Napoleone, nel 1814 (anno del suo sbarco sull’isola) decise di recuperare l’antica chiesa del Carmine e di trasformarla in teatro per feste e rappresentazioni teatrali. La prima festa da ballo, con grande sfoggio di abiti e gioielli, fu allestita il 22 gennaio 1815.

Il teatro continuò a svolgere la sua funzione fino agli inizi del ‘900, e da allora cominciarono le sue alterne fortune: venne prima abbandonato, riaperto negli anni ’30 per ospitare feste e balli, trasformato in cinematografo nel dopoguerra, chiuso nel ’52 e nuovamente abbandonato. Fino ad arrivare al 1997, anno in cui fu restaurato e riportato al suo antico splendore e soprattutto alla sua funzione di teatro.

Come già detto il teatro dei Vigilanti sarebbe una delle cose da vedere se state trascorrendo una vacanza a Portoferraio. E anche se l’idea fosse di assistere a uno degli spettacoli che ci vengono organizzati il consiglio è sempre lo stesso: prenotare per tempo il proprio traghetto per l’Elba.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/dstrac

Articoli correlati