Siti archeologici dell’isola d’Elba: 5 posti e 3 musei da vedere in una vacanza

siti archeologici isola d’Elba

 

L’isola d’Elba ha una storia antica. È stata prima etrusca. Poi, all’epoca dell’Antica Roma, apprezzata dai patrizi per la bellezza del mare. Una storia antica che vi piacerebbe scoprire durante la prossima vacanza. Ecco allora quali sono i cinque siti archeologici dell’isola che non dovete perdere.

  1. Villa romana delle Grotte. Doveva trattarsi di una costruzione molto grande e imponente, destinata a una persona particolarmente ricca o importante. I resti si trovano in località le Grotte, vicino Portoferrai. La villa si trovava in una posizione da cui godeva di una splendida vista sul mare.
  2. Le necropoli etrusche. Gli etruschi erano un popolo misterioso che ha lasciato diverse testimonianze all’Elba. Come le necropoli. Ce ne sono diverse: a Portoferraio, a Monte Castello presso Procchio, al Volterraio (l’omonimo castello è una delle bellezze storiche dell’isola), a Castiglione di San Martino.
  3. Villa romana della Linguella. Oggi si trova inglobata all’interno delle fortezze medicee di Portoferraio. All’estremità del promontorio che chiude la darsena di Portoferraio si trovano i resti di quella che doveva essere una villa romana risalente al I secolo a.C.
  4. Monte Serra. Sul Monte Serra, presso Rio, c’era un tempio etrusco, probabilmente dedicato a Tinia, in assoluto la più importante divinità etrusca.
  5. Villa romana di capo Castello. A Cavo si trovano i resti di una terza villa romana, costruita tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C. La villa era composta da due parti: la prima, la parte signorile, sorgeva su un promontorio e godeva di una splendida vista sul mare.

Questi cinque siti archeologici vi daranno, per così dire, un primo assaggio della storia dell’isola d’Elba. Per approfondire l’argomento, a disposizione avete ben tre musei:

  • Il Museo archeologico del distretto minerario (Rio nell’Elba);
  • Il Museo civico archeologico di Marciana;
  • Il Museo archeologico della Linguella (a Portoferraio).

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/haplm

Articoli correlati