Dove fare immersioni allo Scoglietto di Portoferraio

Scoglietto Portoferraio immersioniSi tratta di una zona a tutela biologica che farà la gioia di tutti gli appassionati di snorkeling e immersioni. Si trova a Portoferraio, nello specchio d’acqua che si apre davanti alla spiaggia delle Ghiaie. Le immersioni allo Scoglietto di Portoferraio sono caldamente raccomandate durante una vacanza all’insegna dello sport.

Quella dello Scoglietto è una piccola area marina protetta (dove sono vietate tanto la pesca sportiva quanto la pesca subacquea), istituita nel 1971, che si estende da punta Falcone fino a punta Capo Bianco. Aveva un duplice scopo: lo studio e il ripopolamento delle zone ittiche adiacenti, e fungere da “progetto pilota” per altre aree marine simili in Italia.

Oggi si è trasformato in un autentico acquario. E costituisce un vero e proprio paradiso per tutti gli appassionati di diving. Soprattutto per chi vuole effettuare foto e video: durante una immersione allo Scoglietto di Portoferraio è possibile ammirare la flora e la fauna marine del Mediterraneo in tutta la loro bellezza.

In pratica ogni punto intorno allo Scoglietto è buono per un’immersione. In particolare non bisognare perdere il versante est: a circa 7-8 metri di profondità comincia una franata che arriva fino ai 25 metri, un susseguirsi di massi e di anfratti rocciosi.

Massi e anfratti rocciosi dove è possibile ammirare le cernie che nuotano tranquille, alcune delle quali possono raggiungere anche delle notevoli dimensioni. E non si tratta dell’unico abitante del mare che vive in questa zona: ci sono capponi, mustelle, gronghi e murene. Verso il fine della franata, sul fondale, nuotano le corvine.

Una volta arrivati a questo punto l’immersione prosegue verso nord, dove la franata scompare e viene sostituita da una piana di sabbia e da distese di posidonia. È qui che si trovano pesci predatori come dentici, ricciole, palamite.

Le immersioni allo Scoglietto di Portoferraio riservano questo scenario ai diver che decidono di recarsi all’isola d’Elba. Preparati pinne, muta e tutto l’occorrente, un breve viaggio in traghetto e potrete effettuare questa immersione.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/mctraba

Articoli correlati