Sulle orme di Napoleone all’isola d’Elba: 7 luoghi da vedere

Napoleone all’isola d’Elba

Il primo imperatore francese restò in esilio sull’isola dal 4 maggio 1814 al 27 febbraio 1815. Un esilio durato quasi un anno. Ed è possibile ripercorrere la storia di Napoleone all’isola d’Elba. Visitando i sette luoghi maggiormente legati al primo imperatore francese.

 

1. Villa dei Mulini

Come già detto lo sbarco di Napoleone all’Elba avvenne il 4 maggio 1814. L’imperatore francese, per la precisione, arrivò a Portoferraio, il principale centro abitato dell’isola. Ancora oggi è possibile vedere la zona esatta in cui Napoleone mise piede all’Elba.

Durante il suo esilio l’imperatore si mosse molto per l’isola, rendendola più moderna ed efficiente. Ma la casa di Napoleone all’Elba si trovava a Portoferraio: si tratta della celebre villa dei Mulini, che fa parte del sistema difensivo delle fortezze medicee.

 

2. Villa San Martino

Villa dei Mulini era la residenza cittadina di Napoleone. L’imperatore francese se ne fece costruire anche un’altra, villa San Martino (nell’omonima località a poca distanza da Portoferraio) da usare come residenza estiva. Entrambe le residenze sono dei musei napoleonici e quindi visitabili. Inoltre all’interno del museo di villa dei Mulini è custodita la prima bandiera dell’isola d’Elba, donata proprio da Napoleone.

 

3. Museo della Misericordia

Sempre in tema di musei occorre anche citare il museo della Misericordia, anch’esso a Portoferraio, dove sono custoditi il calco della mano e la maschera funeraria di Napoleone.

 

4. Casetta Drouot

Si trova a Poggio, frazione del comune di Marciana. Appartenuta al conte Drouot, Governatore dell’isola d’Elba durante l’esilio di Napoleone, è un edificio storico del XVIII secolo decorato nel tipico stile settecentesco elbano.

 

5. Sedia di Napoleone

Durante il suo esilio all’isola d’Elba, spesso l’Imperatore francese raggiungeva questa piccola e curiosa roccia affacciata sul mare. Qui a volte restava in piedi, altre si sedeva. Ma sempre si perdeva con lo sguardo verso la Corsica, fantasticando ed elaborando pensieri.

 

6. Fonte di Napoleone

Sempre nei pressi di Procchio, un tempo era conosciuta come Fonte dell’Acquaviva, poi fu dedicata all’imperatore francese. La fonte di Napoleone è apprezzata per le proprietà benefiche delle sue acque.

 

7. L’isola Paolina

Disseminati per l’isola d’Elba ci sarebbero altri luoghi legati all’imperatore francese, ma di solito il tempo durante una vacanza è poco per vederli tutti. Prima di ripartire però ce ne sarebbe un ultimo da visitare: si tratta dell’isola Paolina, così ribattezzata in onore della sorella di Napoleone Bonaparte; Paolina Bonaparte amava particolarmente la piccola spiaggia che si trova di fronte a tale isolotto.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/tvis

Articoli correlati