Il tesoro di Porto Azzurro: una delle più belle leggende dell’isola d’Elba

leggende dell’isola d’Elba: il tesoro di Porto Azzurro

Le spiagge di Porto Azzurro sono alcuni degli inestimabili tesori naturalistici che l’isola d’Elba possa offrire a tutti i suoi visitatori. Eppure, di tesoro potrebbe essercene anche un altro. Stavolta molto più “classico”. Infatti quella del tesoro di Porto Azzurro è una delle leggende più caratteristiche dell’intera isola d’Elba.

Vuole la leggenda (è proprio il caso di dirlo) che Ferdinando IV re di Napoli volesse mettere al sicuro i suoi oggetti più preziosi e numerose quanto inestimabili opere d’arte. Le caricò tutte su una nave diretta a nord, pensando di aver risolto il suo problema. Ma il Polluce (questo il nome della nave) affondò nella rada di Porto Azzurro.

Da allora fu un susseguirsi di racconti e di tentativi. I racconti erano dei naufraghi che, forse in preda al delirio o alla gioia di essere stati salvati, raccontavano di stupefacenti meraviglie inabissate, ingigantendo dicerie e desideri. I tentativi furono invece di recupero ma, nonostante la buona volontà (e i tanti soldi spesi), il mare non ha mai resistito niente.

Almeno fino a ora. Forse gli abitanti di Porto Azzurro sperano ancora oggi che il loro amato mare possa restituire, se non tutto, almeno qualcosa del suo inestimabile tesoro. Un tesoro che rischia di restare leggenda.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/fabcom

Articoli correlati