Isola d’Elba in un giorno: cinque idee per una vacanza lampo

l'isola d'Elba in un giorno

Solo ventiquattro ore per visitare questa meta sono sicuramente poche. Ma il tempo a disposizione è questo e bisogna farselo bastare. E per essere sicuri di non sprecare nemmeno un minuto, ci sono diversi itinerari e suggerimenti per visitare l’isola d’Elba in un giorno.

 

Portoferraio

Il principale centro abitato dell’isola d’Elba. Le cose da vedere non mancano di certo. Qui è possibile trovare alcune delle spiagge più belle dell’isola d’Elba. Inoltre ci sono le celebri fortezze medicee, un complesso di fortificazioni che rappresentava la principale difesa della città. Mentre di sera niente di meglio di una cenetta in uno dei ristorantini del suo centro storico.

 

Anello occidentale

È la strada costiera che da Procchio arriva fino a Marina di Campo. Lungo questo tragitto potrete trovare luoghi unici come l’isolotto della Paolina, la cabinovia del monte Capanne, la fortezza pisana e il golfo di Fetovaia. Una sosta nei centri abitati di Marciana, Marciana Marina e Marina di Campo è caldamente raccomandata, soprattutto per fermarsi in uno dei numerosi ristorantini in riva al mare.

 

In famiglia

Il viaggio all’isola d’Elba in un giorno lo farete in famiglia? Anche da questo punto di vista l’isola offre tutto quello che il visitatore possa desiderare. In particolare:

 

Sport

Se vi piacerebbe vivere ventiquattr’ore all’insegna del vostro sport preferito, non avrete che l’imbarazzo della scelta: trekking, windsurf, parapendio, free climbing, immersioni, running, tutti praticabili all’isola d’Elba.

 

Divertimento

Senza dimenticare che l’isola d’Elba per i giovani riserva davvero tante possibilità. Come già detto le spiagge non mancano. Le principali discoteche dell’isola sono due, il Club 64 e il Decò. Inoltre nel centro storico di Portoferraio abbondano locali di vario genere.

 

Un giorno all’isola d’Elba per tutti i gusti e per tutte le esigenze. Non resta che prenotare il proprio viaggio in traghetto.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/steffen_ramsaier

Articoli correlati