Castelli e ville romane: viaggio nella storia e la cultura dell’Elba

Isola d'Elba storia e culturaQuando si pensa all’isola d’Elba la mente va subito alle spiagge, allo sport, alla natura. Mentre questa meta ha alle sue spalle millenni di storia e di cultura, di popoli che si sono succeduti e che hanno lasciato delle inestimabili testimonianze. Un patrimonio che rappresenta una splendida idea per una vacanza, magari nel periodo autunnale o in primavera. E tra i luoghi da vedere ce ne sono almeno sei da non perdere assolutamente:

Fortezze medicee – Un complesso di fortificazioni che un tempo rappresentavano la prima difesa della città di Portoferraio. I principali di essi sono Forte Falcone, Forte Stella, Torre della Linguella, Villa dei Mulini.

Castello del Volterraio – I ruderi di una imponente fortificazione che sorge su un erto promontorio, a poca distanza da Portoferraio. Il castello del Volterraio, in un certo senso, è il primo a dare il benvenuto ai visitatori dell’Elba.

Museo napoleonico – Per la precisione i musei sono due: la palazzina dei Mulini, che sorge sull’omonimo bastione delle fortezze medicee, era la residenza cittadina di Napoleone; villa San Martino, nell’omonima località vicino Portoferraio, era la residenza estiva dell’imperatore francese.

Villa romana – Nel territorio dell’isola d’Elba ci sono i resti di tre ville di epoca romana: delle Grotte, la più celebre delle tre, da cui si può godere di uno splendido panorama sul mare di Portoferraio; della Linguella, che è stata inglobata all’interno delle fortezze medicee; di Capo Castello, sul promontorio nei pressi di Cavo.

Miniere – La storia dell’isola d’Elba è sempre stata strettamente legata allo sfruttamento del suo ricco sottosuolo. Una storia di cui si conserva testimonianza all’interno del Parco minerario di Rio Marina, un territorio dove sono ancora visibili diverse miniere a cielo aperto.

Eremi – In questo viaggio nella storia e nella cultura dell’isola d’Elba non poteva mancare una o più escursioni verso i suoi numerosi eremi: molte di queste costruzioni risalgono al periodo della caduta dell’Impero romano, quando gli abitanti dell’isola si spostarono nelle zone montuose, più difficili da raggiungere per gli invasori.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/fabiodilupo

Articoli correlati