Isola d’Elba in moto: due percorsi per centauri

isola d’Elba in motoCurve da brivido con la possibilità di correre sulla propria amata due ruote godendosi dei panorami mozzafiato: in altre parole questo sarebbe il sogno di tutti i centauri, dai più esperti a coloro che sono appena saliti sulla propria moto. E un luogo del genere si chiama isola d’Elba.

Il momento migliore per concedersi un viaggio in moto lungo le strade dell’isola d’Elba? Sono due: la primavera e l’autunno. Ovvero quando ancora non si registra la massima affluenza di turisti e le temperature sono piacevoli ma non caldissime. Condizioni ideali per percorrere le curve che si susseguono l’una dietro l’altra, su strade da un lato a picco sul mare e dall’altro immerse nella vegetazione.

Le possibilità che l’isola d’Elba offre ai centauri sono tante. Ma ci sono due percorsi in particolare che meritano una segnalazione: l’anello occidentale dell’isola d’Elba e la strada da Porto Azzurro a Cavo.

 

Anello occidentale

Si tratta della strada costiera che da Procchio arriva fino a Marina di Campo. Un percorso che tocca alcuni dei posti più belli dell’isola d’Elba lungo la sua costa occidentale: l’isolotto della Paolina, la Fortezza pisana e il golfo di Fetovaia sono solo alcuni di questi punti. Un susseguirsi di curve spesso molto strette e divertenti, soprattutto per i biker più esperti.

 

Da Porto Azzurro a Cavo

Spostandosi nella parte orientale dell’isola d’Elba c’è la strada che da Porto Azzurro passa per Rio Marina e arriva fino a Cavo. Si tratta di una strada molto più scorrevole rispetto all’anello occidentale, con curve ampie e alcuni brevi rettilinei. Ed è anche una strada che, specialmente nella sua parte finale, è molto panoramica: tra i punti di maggiore interesse ci sono Rio Marina, Rio nell’Elba e Cavo.

 

Pronti a scoprire l’isola d’Elba in modo? Allora adesso non vi resta che imbarcare sul traghetto la vostra amata due ruote.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/nitot

Articoli correlati