Isola d’Elba: 4 falesie per uno spettacolo mozzafiato

isola d’Elba falesie

Le dolci spiagge dell’Elba, con la loro sabbia candida, sono una delle attrazioni principali dell’isola. Ma la sua costa è molto più varia e sorprendente. Riserva luoghi a picco sul mare, panorami che non dimenticherete facilmente, sia terrestri che sottomarini. Queste sono le falesie dell’isola d’Elba.

 

Quattro panorami da non perdere:

  1. Monte Turato. Ai piedi di questa scogliera selvaggia si apre una piccola spiaggia di ciottoli. L’unico modo per arrivarci è via mare dalla vicina Marina di Campo.
  2. Spiaggia delle Tombe. Il nome deriva dalla presenza di alcune tombe etrusche nei pressi della spiaggia. Può essere raggiunta precorrendo un ripido sentiero da Seccheto verso Pomonte.
  3. Capo di Poro e capo di Fonza. Sono due grandi promontori rocciosi che si tuffano nel mare dell’Elba. Si possono raggiungere percorrendo due sentieri che partono dalle due estremità del golfo di Marina di Campo e di Lacona. Entrambi i sentieri si inerpicano fino alla cima dei due colli.
  4. Capo Norsi e capo Pini. Ancora due promontori rocciosi, stavolta di piccole dimensioni. Le loro falesie sono ricche di macchia mediterranea e si protendono nel mare di golfo Stella. Sono raggiungibili dalla strada litoranea per Lacona.

 

Perché andare alle falesie:

  • Gli appassionati di free climbing non si pentiranno della scelta fatta: alcune di queste pareti sono entusiasmanti da scalare a mani nude.
  • Maschera e boccaglio sono le prime cose che mettete in valigia? Questi quattro posti sono degli autentici paradisi per lo snorkeling.
  • Per voi vacanza è sinonimo di escursioni, via terra o via mare: ne avete appena trovate quattro.

 

Come arrivarci

Queste quattro falesie dell’isola d’Elba sono raggiungibili seguendo le indicazioni che vi abbiamo dato. Un buon punto di partenza per vederle tutte potrebbe essere Portoferraio, il principale centro abitato dove potete soggiornare all’isola d’Elba.

Articoli correlati