La grotta del Bue marino: una delle sorprese della costa dell’Elba

Grotta del Bue marino elbaLa sua costa ha abituato i visitatori ad ammirare scorci naturalistici unici nel loro genere, come dimostrano anche le tante spiagge dell’isola d’Elba. Un litorale che comunque presenta ancora diverse sorprese e luoghi forse inaspettati. Come la grotta del Bue marino.

Per vederla bisogna recarsi lungo la Costa dei Gabbiani, che si allunga nella parte sudest dell’isola. La grotta del Bue marino si trova nelle vicinanze della spiaggia dell’Innamorata, a Capoliveri. Quindi per arrivare alla grotta si possono seguire le stesse indicazioni date per la spiaggia. Per raggiungere la grotta del Bue marino bisogna superare la punta della Ciarpa, termine che significa “sciarpa” e che ricorda la leggenda dell’Innamorata.

Quella del Bue marino è una grotta molto ampia. E deve il suo nome al fatto che fino a qualche anno fa era abitata dalla foca monaca. Sul fondo della grotta c’è una piccola spiaggetta ciottolosa, tranquilla e riparata. Nei pressi della grotta del Bue marino si trovano anche gli isolotti delle isole Gemini, raggiungibili e nuoto con maschera e boccaglio. In generale questa zona è raccomandata per tutti gli appassionati di snorkeling.

Per visitare la grotta del Bue marino all’Elba ci sono due possibilità. La prima è quella di arrivarci con un mezzo proprio seguendo le indicazioni per la spiaggia dell’Innamorata, e quindi imbarcando un’auto o una moto sul traghetto. Il secondo è quello di concedersi una delle escursioni in barca all’isola d’Elba: la grotta del Bue marino è una tappa immancabile lungo la Costa dei Gabbiani.

 

Fonte immagine : Flickr.com/photos/btouniversity

Articoli correlati