Cosa vedere a Pianosa: le 7 attrazioni principali dell’isola [GALLERY]

cosa vedere a Pianosa

L’isola d’Elba è la meta della vostra prossima vacanza. Dopo averla vista, avete intenzione di concedervi una piccola escursione a Pianosa. Ma ancora non sapete quali sono le cose più importanti da vedere.

Come definire Pianosa? Basterebbe un solo aggettivo: lontana. Non dal punto di vista fisico, dista appena un’ora dall’isola d’Elba. Pianosa è lontana dalla modernità. Un luogo dove immergersi nella natura, dove allontanarsi dal cemento, del traffico e dallo stress. E tutto questo vicino all’Elba.

[tribulant_slideshow gallery_id=”4″]

  1. Forte Teglia. Sorge su uno sperone roccioso. Da un lato c’è il porto vecchio di Pianosa, dall’altro c’è l’approdo moderno. In un certo senso, forte Teglia vi darà il benvenuto sull’isola. È un imponente complesso fortificato eretto per volere di Napoleone Bonaparte.
  2. Cala San Giovanni. Si trova a poca distanza dal paesino di Pianosa ed è l’unica spiaggia dell’isola dove è possibile fare il bagno. Si tratta di una piccola caletta di sabbia lambita da un mare da favola. Si raggiunge facilmente a piedi.
  3. Palazzo della Specola. Insieme a forte Teglia e alle cortine murarie merlate, palazzo della Specola completava il sistema di fortificazioni che proteggeva il porto dell’isola di Pianosa. Risalente all’Ottocento, è costituito da più corpi di fabbrica addossati tra loro.
  4. Chiesa di San Gaudenzio. La sua struttura è molto semplice, costituita da una sola navata con volta a botte. La chiesa, completamente ristrutturata e affrescata nel 1942, è molto antica: se ne parla già in una bolla pontificia del 1 ottobre 1538.
  5. Catacombe di Pianosa. Un’altra testimonianza di quanto sia antica la storia di questa piccola isola nel cuore del Mar Tirreno. Le catacombe risalgono infatti al III-IV secolo. Sono un spettacolare intrico di cunicoli e gallerie che vennero utilizzate come luogo di sepoltura dalle prime comunità cristiane che si insediarono sull’isola. L’ingresso delle catacombe si trova vicino al porto.
  6. Marzocco. Questo scoglio offre uno dei panorami più belli e caratteristici dell’intera Pianosa. Sullo sfondo è possibile ammirare l’isolotto della Scola.
  7. Faro di Pianosa. Come tutti i fari, non manca di esercitare grande fascino sui visitatori. Ha una struttura molto semplice, costituita da una torre bianca su un edificio a pianta rettangolare.

Ecco quali sono le cinque cose più importanti da vedere a Pianosa. Ma ne manca una sesta. E ovviamente stiamo parlando del suo mare, incontaminato e cristallino.

 

Immagini:
Flickr.com/photos/ranran2
“Forte Teglia Pianosa (LI)2” di Matteo Vinattieri – Opera propria. Con licenza CC BY 3.0 tramite Wikimedia Commons
Flickr.com/photos/stefanofagnani
“Palazzo della Specola e Giardino Forte Teglia Pianosa (LI)2” di Matteo Vinattieri – Opera propria. Con licenza CC BY 3.0 tramite Wikimedia Commons
“Chiesa San Gaudenzio Pianosa (LI)” di Matteo Vinattieri – Opera propria. Con licenza CC BY 3.0 tramite Wikimedia Commons
“Entrata delle Catacombe di Pianosa” di Mazzoniandrea – Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons
Di Matteo Vinattieri – Opera propria, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=7726667
“Faro di Pianosa (LI)” di Matteo Vinattieri – Opera propria. Con licenza CC BY 3.0 tramite Wikimedia Commons

Articoli correlati