Le chiese dell’isola d’Elba: in itinerario in 5 tappe

chiese dell’isola d’Elba

La possibilità di combinare natura, storia e cultura è una delle tante attrattive dell’isola d’Elba. A tali elementi se ne deve aggiungere un altro: la devozione. Ed ecco tutti gli ingredienti di questo tour per scoprire le 5 chiese più belle dell’isola d’Elba.

 

1. Duomo di Portoferraio

Una delle cose più belle da vedere a Portoferraio, si affaccia sulla centralissima piazza della Repubblica. Risalente alla metà del Cinquecento e ampliato più volte durante la sua storia, il Duomo conserva inestimabili tesori come l’altare di marmo e la Visitazione di Domenico Cresti.

Dal momento che si tratta della chiesa più importante di Portoferraio, non poteva mancare un episodio legato al Primo imperatore francese: quando Napoleone fu esiliato all’Elba, gli elbani lo accolsero intonando il Te Deum nel Duomo.

 

2. Chiesa di Santo Stefano alle Trane

Si trova in località Le Trane (da cui il nome), presso la località Magazzini, a poca distanza da Portoferraio. Si tratta di uno dei più preziosi esempi di architettura romanica dell’isola. Risalente alla seconda metà del XII secolo, è molto semplice e austera, formata da una sola navata.

Poiché vi trovate in zona, potreste approfittarne per vedere la spiaggia di Magazzini, consigliata per chi vuole godersi un po’ di sano relax.

 

3. Santuario della Madonna del Monserrato

José Pons y Léon, governatore di Longone, volle erigere questo santuario, composto da una semplice cupoletta intonacata a coprire una struttura molto piccola: nelle intenzioni del governatore, l’interno doveva ricordare quello dell’omonimo santuario della Catalogna. La località Monserrato si trova nei pressi di Porto Azzurro.

 

4. Santuario della Madonna del Monte

È il più famoso e antico tra i numerosi eremi dell’isola d’Elba. La sua presenza è attestata fin dal XIV secolo. Costruito in uno stile architettonico molto sobrio, nelle vicinanze ci sono da vedere:

  • il teatro della fonte, con i tre mascheroni di marmo bianco
  • la grotta della Madonnina, segnalata dalla presenza di una piccola statua
  • la seduta della Madonna, dove, secondo la leggenda, la Madonna si sarebbe seduta a risposarsi

Il santuario della Madonna del Monte si raggiunge seguendo un sentiero che parte da Marciana Marina e che porta fino al monte Giove.

 

5. Pieve di San Michele

La quinta tappa dell’itinerario per scoprire le chiese dell’isola d’Elba è la pieve di San Michele. Risalente alle metà del XII secolo, è la più antica testimonianza di architettura romanica dell’isola (anche se non è arrivata integra ai giorni nostri). Si trova in località San Rocco, a poca distanza da Capoliveri.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/ranran2

Articoli correlati