Il porto di Portoferraio:
arrivi traghetti per l’isola d’Elba

Il porto di Portoferraio è situato sulla costa settentrionale dell’isola d’Elba, all’interno dell’ampia omonima baia ed è composto da due parti distinte: il porto vero e proprio e la rada.

Il porto

Dalla Darsena Medicea costruita nel ‘500 come porto fortificato per la flotta granducale e oggi adibita ad approdo per unità da diporto, s’incontra la Calata Depositi e la banchina d’Alto Fondale.

L’Alto Fondale, tramite una banchina di raccordo, si unisce alla Calata Italia che si estende sino all’estremo sud della zona portuale. Da qui, si dipartono tre pontili: Pontile G. Massimo, Pontile n. 3 e Pontile n. 1, destinati a terminal per i traghetti che collegano l’Elba con il porto di Piombino.

La rada

Il bacino della rada, largo 2000 metri e ben protetto dal maltempo, è delimitato a nord dalla congiungente P.ta Falcone – P.ta Falconaia. Nella parte occidentale della rada, in prossimità della zona portuale, esiste un’area, denominata “canale d’accesso”, riservata al passaggio delle unità in entrata e in uscita: in detta area sono vietati l’ancoraggio e la sosta e le navi che vi transitano, contrariamente alla consuetudine generale, debbono tenere la sinistra anziché la dritta.

Piazzali di sosta per le auto

I piazzali di sosta per le auto in partenza per Piombino non sono di grandi dimensioni, pertanto nei giorni di grande afflusso al porto (tipicamente nei sabati di alta stagione) si possono creare code sull’arteria principale che collega Portoferraio con il resto dell’Elba. Si consiglia di avviarsi agli imbarchi con ampio anticipo.

Altri porti

Portoferraio è il porto principale per le mete dei traghetti per l’isola d’Elba. Gli altri due porti sono Cavo e Rio Marina.

[immagine mappa]

Tutte le informazioni relative a:

  • I porti dei traghetti per l’isola d’Elba;
  • Le compagnie di navigazione da e per l’isola d’Elba.