Traghetti Moby

La storia della compagnia di navigazione Moby, principale compagnia di navigazione per prenotare i traghetti per l’isola d’Elba, nasce nel 1959 quando Achille Onorato, armatore napoletano con attive diverse compagnie, dà vita alla NAV.AR.MA (Navigazione Arcipelago Maddalenino) con l’obiettivo di collegare le piccole isole della Sardegna.

Nel 1966 viene aperta la linea Piombino-Portoferraio trasferendo la nave che fino a quel momento faceva la linea Palau-La Maddalena. Il moderno traghetto, proveniente dal nord Europa e rinominato “Maria Maddalena”, più veloce dei predecessori sulla linea e, soprattutto, in grado di trasportare auto, fu uno dei due traghetti a dare impulso al nascente turismo elbano. Fino a quel tempo, ad esclusione del traghetto Aethalia della Navigazione Toscana, arrivato 4 anni prima, le pochissime auto trasportate venivano caricate sul ponte con le gru e le reti da carico per le merci. La piccola nave, ribattezzata affettuosamente “Calimero” dagli elbani, rimase in linea su Portoferraio-Piombino fino al 1978.

L’espansione è stata molto lenta nei primi anni. Nel 1974 arrivò il primo traghetto costruito appositamente per la linea verso l’isola d’Elba e per le nuove rotte da Piombino per la Corsica, il “Bastia”. Nel 1981 arrivà la gemella “Giraglia”, la prima tuttora in linea tra Santa Teresa di Gallura e Bonifacio e la seconda in linea su Piombino-Cavo e Piombino-Portoferraio.

Un grande cambiamento avvenne nel 1982 con l’acquisto della “Free Enterprise II”, traghetto proveniente dal nord Europa, che venne utilizzata tra Bastia e Piombino con il nome di “Moby Blu“. Grazie alla grande capienza del traghetto e al fatto che per aggraziarne la linea un po’ vecchiotta, le venne dipinta una grande balena blu sulle fiancate. Molti iniziarono ad identificare la compagnia con la parola Moby e con la grande balena, tanto che i bambini chiedevano ai genitori di prendere il traghetto con la balena. Probabilmente venne da qui la grande intuizione di insistere sulla linea grafica delle balene per tutte le successive navi acquistate che portarono, negli anni seguenti, addirittura alla variazione del nome della compagnia in Moby Lines. Allo stesso modo, fu innovativa la scelta di dotare le navi maggiori di area giochi per bambini, particolarmente apprezzate dai genitori.

La flotta Moby Lines è aumentata notevolmente negli ultimi anni. Tra il 2000 e il 2005 sono state costruite tre nuove navi, la “Moby Wonder” e la “Moby Freedom” e successivamente “Moby Aki”, tre grossi traghetti veloci con cabine adatti anche a minicrociere, messi in linea su Corsica e Sardegna da Genova, Livorno e Civitavecchia e le precedenti titolari delle stesse linee (Moby Baby, Moby Love, Moby Lally) sono state definitivamente trasferite sulla rotte da Piombino per Portoferraio.

Di seguito riportiamo le schede dettagliate delle navi della flotta Moby in linea come traghetti per l’isola d’Elba:

  • Moby Lally
  • Moby Love
  • Moby Baby
  • Moby Ale
  • Giraglia